OCCUPAZIONI E CONTRADDIZIONI

OCCUPAZIONI E CONTRADDIZIONI

Oct 01

Gli ultimi giorni sono stati per la città estremamente frizzanti. Siccome in molti ci hanno segnalato notizie o sollecitato interventi, ecco una rapida  overture con i fatti più interessanti.

 

1) L’occupazione di Casa Pound.

E’ dall’occupazione della Torre Galfa che da più parti si era posta la questione. Il ragionamento è che legittimare un’occupazione illegale – Macao, ma anche il Lambretta, per esempio – obbliga a legittimarle tutte, e allora se tolleri un’azione non puoi contrastarne un’altra solo perché il colore politico è diverso.

SOSPENSIONE AREA C: UNA SENTENZA ITALIANA

SOSPENSIONE AREA C: UNA SENTENZA ITALIANA

Jul 26

 

La decisione del Consiglio di Stato di bloccare Area C, con effetto immediato, rappresenta un capolavoro di italianità sotto diversi aspetti.

1) I tempi

Ci sono voluti 7 mesi per arrivare a un provvedimento il cui effetto è immediato, nonostante l’istanza del parcheggio fosse già stata precedentemente rigettata dallo stesso TAR.

7 mesi in cui Area C è stata introdotta e assimilata dai cittadini. In molti si sono organizzati di conseguenza, comprando lo scooter magari, o pianificando attentamente entrate e uscite nel caso dei Residenti. Con comodo, arriva in piena estate una sentenza a stabilire che Area C va sospesa. Quando si dice che il paese ha dei mali storici, ecco, i tempi della giustizia sono tra questi. Peccato che non ci sia un cane di nessuno interessato davvero a cambiarli.

ESTENDIAMO AREA C

ESTENDIAMO AREA C

Feb 23

il Dogui

 

Animali!

Alora, son tornato un attimo per dire la mia su Area C.

L’idea mi piace. Se l’africano con la Punto tira fuori i dindi, allora  può entrare in centro altrimenti….sciolare! La libidine della circonvalla interna, solo per chi se lo può permettere!

Proprio per questo però, mi permetto di avanzare una proposta.

PUBBLICITA’ SOSPETTA

PUBBLICITA’ SOSPETTA

Feb 09

 

La foto che vedete l’abbiamo scattata stamattina. E’ una nuova pubblicità di un’auto ibrida Toyota e come vedete viene pubblicizzata come una macchina con cui “circoli gratuitamente nell’Area C”.

Per ribadire il concetto, notate il claim: MILANO CHIUDE IL CENTRO PER APRIRSI AL FUTURO, dove il futuro sarebbe l’auto ibrida della Toyota con cui entrare in centro alla faccia del passato e delle auto diesel o a benzina.

Tutto bello. Peccato che non è vero.

LA MALACOMUNICATIòN

LA MALACOMUNICATIòN

Feb 01

Matita rossa e matita blu

Due notissimi esperti di comunicazione milanesi, del settore privato, giudicano la comunicazione di Palazzo Marino di questi mesi. Speriamo che chi di dovere prenda nota…

 

CONSIGLI PER UNA BUONA COMUNICAZIONE:

 

* Depression Area: prosegue senza sosta il leit motiv di questo primo anno arancione: servono soldi, dovete pagare. Un concetto che i cittadini hanno dimostrato di aver capito. Però aiuterebbe…