IL QUARTIERE SI RIBELLA

Zanza della Barona

un intervento molto particolare sugli sviluppi della polemica relativa ai biglietti gratis per politici, politicanti e soliti noti.

 

Minchia ciao a tutti!

Volevo intervenire sulla questione dei politici che c’hanno i biglietti gratis per lo stadio.

Ho appena letto su Affaritaliani (qui) – si, mi leggo Affaritaliani. Problemi? – che Cammela Rozza dice che per lei i biglietti a boba non sono un privilegio, che lei li ha sempre avuti, ma solo per “girarli ai ragazzi dei quartieri popolari”.

Spiegami un po’, Cammela:  dove le fai ‘ste distribuzioni di biglietti gratis? A me non mi ha mai detto niente nessuno.  A me e ai miei fra, in Barona, non s’è mai visto un biglietto gratis che è uno, e per andare in Sud dobbiamo sempre sfondare!

Ma che è? Se uno è un “ragazzo di quartiere” che conosce a Cammela, si becca il biglietto gratis, se invece uno è un tipo normale come me, non becca un zoca? E questo secondo voi non è un privilegio?

Che logica è questa? La logica degli amici degli amici?

Io non ci sto dentro, zia! Tenetevi i vostri privilegi, ma non tirate fuori i quartieri popolari quando vi serve, per togliervi d’impiccio e magari rimediare un po’ di propaganda!

Adesso vi saluto, vado a…..oohhh! Tu che leggi! Che minchia guardi?