VADO A FARE LA NINNA

Dopo lunga assenza, torna l’angolo con gli stati di facebook più interessanti e significativi segnalati da voi. Valgono le solite regole: gli stati sono rigorosamente autentici e gli autori – o le autrici – sono tutti milanesi. Sarebbe bello e istruttivo compiere una lunga esegesi su ognuna di queste frasi, ma la lasciamo a voi. Ci limitiamo a un consiglio: mentre li leggete, cercate di restare calmi.

 

 

– non sai mai quanto sei forte, finché essere forte è l’unica scelta che hai. E quando sei davvero forte, sei intoccabile. (dura credere sia vera. ma lo è. n.d.r.)

 

– tornare a casa e camminare in mezzo all’immondizia e ai panni sporchi,vedere i piatti nel lavabo che prendono vita,non farsi la ceretta dalla seconda guerra mondiale,buttarsi nel letto sfatto con il peggiore dei pigiamoni improvvisati e calzettoni..queste sono le gioie di essere single e lavorare in tv!

 

– voglia di un gran bel volta pagina. di quelli che poi gli altri dicono “ma che fine avrà fatto?” “mah, è finita in patagonia a coltivare carciofi”…ahahaha!

 

– auguri mamma ♥ ho prenotato a te e a papi cenetta + serata burlesque.

 

– e’ sempre un piacere ricevere mail di lavoro la domenica sera..ti fa venire una voglia di iniziare una splendida settimana di…biiiiip!  Maledetto blackberry!

 

– …ah, lo struscio di Cortina!!!!

 

– fidanzarsi ogni 48 ore con uno diverso non ti salverà dal giudizio popolare di essere una facile. (mah..)

 

– cos’ho fatto di male per aver scelto di  fare l’addetta stampa? Un chupito di candegina pleaseeeee!!!!

 

b-giorno a tutti! Cominciamo alla grande con un nespresso…non si potrebbe avere anche George? hihihi…

 

– mai e mai smettere di credere e di sperare, perche’ prima o poi nella vita tutto torna e chi ha seminato amore e generosita’ sara’ solo ripagato; chi invece ti ha sputato fango addosso e ha goduto delle tue sofferenze adesso….so cazzi soiiiiiiii!!!!!!

 

– vado a fare la ninna, e speriamo che la Befaninami porti tanto zucchero…vero mamy?? tvbbb!!! (da notare che l’io narrante di questa frase tra pochi mesi compie 30 anni n.d.r.)