CREA IL TUO MAVAN / 2

CREA IL TUO MAVAN / 2

Dec 20

Un successo senza pari.

Solo così può essere definito l’entusiasmo scatenato dall’iniziativa-cveativa della Giunta, che consiste nel rielaborare con estro e fantasia l’effige del giovane Assessore Pierfrancesco Maran. Un successo così travolgente che anche  02blog.it  se ne è occupato.

Sono arrivate decine di proposte da ogni angolo della città. Una mole di materiale così imponente che scegliere è stata veramente dura. Eccovi le proposte più convincenti secondo il nostro giudizio, che già sappiamo scatenerà molte polemiche. Cominciamo con quella di Gianluca da Gianbellino…

 

M’aragnan!

Ecco il giovane moschettiere della democrazia al servizio di Re Pisy I! Impavido, sempre pronto a scontrarsi in accesi duelli verbali all’ultima perifrasi con il terribile Presidente della Provincia Guido Podestà. Attenzione però: un bravo moschettiere deve anche essere fedele, e la fedeltà non è certo il punto di forza di M’aragnan. Fino allo scorso agosto era infatti al soldo del Cardinale Penatieau, per poi darsela a gambe ai primi titoli sui giornali. Attento Re Pisy! Noi ti abbiamo avvisato! E continuiamo con la versione di Rocco da San Siro…

 

Diego PierArmando Marandona!

El piddino de oro, il gioiello della cantera del circolo 02PD, ma anche il fuoriclasse della finta (tiene aperti i parchi di notte? E’ una finta. Facciamo una città europea? E’ una finta…), del dribbling al buon senso, maestro nel mettere in fuorigioco i sogni di cambiamento dei milanesi. Unico neo, il colpo di testa. Di quelli manco l’ombra: la cosa più pazza che ha fatto in vita sua, è stata fare degli scherzi telefonici notturni con Tabacci ad alcuni deputati UDC. Mah.

Non c’è che dire, davvero una versione azzeccata. Chissà se quella di Valentina di Crescenzago sarà migliore:

 

PierLady Gagan!

Il preferenza-monster, l’uomo che stando 5 anni a fare il consigliere senza aver mai dato alcun cenno della sua esistenza (perfino i parenti erano preoccupati, non avevano più sue notizie dal giorno delle elezioni) ha raccolto 3.530 preferenze, gettando nella disperazione più nera tutti i giovani di Milano ma mandando in visibilio il popolo della movida delle bocciofile, che ora ha un rappresentante di tutto rispetto. Ed è proprio nelle bocciofile che PierLady Gaga si esibisce nel suo successo che è ormai un cult del pop milanese, il pezzo più suonato dalle radio democratiche: “Filippo, con il celebre ritornello che fa

don’t call my name, don’t call my name, Filippo! I’m not your Babe, I’m not Babe, Filippo! Dont’ wanna kiss, don’t wanna hug I dont know what is  Serraval, dont’ call my name, don’t call my name, Filippo!”

Brava Valentina! La tua versione è eccezionale, batterla sarà difficile per tutti!

Difficile ma non impossibile. Il premio Franco D’Alfonso, l’originale garofalo socialista sfilato dal taschino di Craxi a un congresso del ’91 e conservato per anni in un ufficio Mediaset, è un premio troppo ghiotto! Quindi forza: prendi l’effige dell’Assessore e…CREA ANCHE TU IL TUO MAVAN!