WE LOVE MC DONALD’S

Larry Conte

 

La foto che vedete è stata scattata in piazza della Scala. Quella è una panchina, sulla quale una mano anonima ha apposto alcuni volantini, che però risultato praticamente attaccati alla panchina stessa, senza possibilità di essere rimossi.

L’autore del gesto lancia un grido d’allarme: la prossima chiusura del Mc Donald’s in Galleria, che verrà sostituito dall’ennesimo negozio di Prada, mette a rischio la libertà di poter “pisciare gratuitamente” in centro. Senza il punto d’appoggio costituito dal noto fast-food – evidentemente tollerante verso chi ne utilizza i servizi senza consumare nulla -, rimarrebbe il solo bagno della Feltrinelli a far da ultimo baluardo di uno dei diritti più irrinunciabili del cittadino. Scorgendo il volantino nel dettaglio (lo trovate sotto), notiamo che addirittura è stata organizzata una manifestazione canora di protesta per lo scorso 26 novembre. Se qualcuno ha notizie su come si è svolta, è pregato di farcelo sapere.

P.S. Non sappiamo se sia uno scherzo, una nuova forma di street art (non che ci sia gran differenza tra le due cose) o altro ancora. A noi piace pensare che sia tutto vero, e che nel 2011  Mc Donald’s – da mostro da abbattere e boicottare – sia diventato simbolo di democrazia.