LA SUPERCASTA

Gerry Calazio

Anche i giornalisti pretendono i loro privilegi!

 

Ciao Raga! Sono Gerry Calazio!

Oggi vi parlo di una roba che ho sentito in sala biliardo a La Thuile e me le ha fatte girare di brutto!

Allora: la Giunta Pisapia si decide finalmente a fare qualcosa per il traffico e la mobilità, con il lancio della cosiddetta Area C  (praticamente, per entrare in centro bisognerà pagare una cifra!).

Poi però un pezzo grosso, grossissimo, del Corriere della Sera – che di tirar fuori la lira per accedere all’area C proprio non vuole saperne – si incontra in gran segreto con un altro pezzo grosso, grossissimo della Giunta (addirittura il sindaco? No, fuochino..) e gli chiede sfacciatamente un privilegio-libidine: l’esenzione di TUTTI i giornalisti dall’obbligo di pagare fior di quattrini per entrare nell’area C.

E cosa fa a quel punto l’Uomo del Comune che tutto può? Rifiuta sdegnato in nome dell’uguaglianza di tutti i milanesi? Col cacchio! Accontenta subito l’Uomo del Corriere, per tenerseli buoni in vista di un probabile calo di consensi in futuro e per ringraziarli per l’equidistanza avuta dal Giornalone di via Solferino in campagna elettorale!

Insomma, siamo alle solite: una lobby – i giornalisti  – ottiene un privilegio alla faccia dei cittadini normali!

E allora io dico: coraggio Gian Antonio! Scrivi uno dei tuoi pezzi libidine contro i privilegi della casta, in questo caso la casta dei giornalisti, e contro il tuo stesso giornale ispiratore (pare, oh, così dicono a La Thuile!) di questa ingiustizia!

Un saluto a tutti, ci si vede a Cortina!