IL CONCERTO NAZI SI POTEVA EVITARE?

Uno Che Sa Le Cose

Non facciamo in tempo a pubblicare una riflessione sul raduno nazi di sabato, che ci arriva espresso questo contributo, scritto da una persona il cui nome è tutto un programma. Fosse vero, e lo verificheremo, la situazione sarebbe davvero sconcertante.

 

Vi dico due cosette su concerto Nazi per il quale Pisapia e Limonta sembrano così arrabbiati.
In realtà era il Comune che poteva e doveva impedire lo spettacolo, il Questore ha assolutamente ragione.
Se vedi gli articoli 68 69 80 del RD 773/1931 le licenze sui pubblici spettacoli (e tale era il concerto a Rogoredo) le concede il Sindaco, non altri.
Il controllo competeva alla polizia locale che avrebbe dovuto verificare anche l’agibilità della struttura uscendo con la commissione comunale di vigilanza sui pubblici spettacoli. Di fatto, lo spettacolo era però abusivo (senza autorizzazioni) e così avrebbero potuto e dovuto interromperlo!!
Poco importa se era in area privata, dato che l’igresso era ampiamente pubblicizzato ed aperto di fatto a tutti.
C’è una polizia locale allo sbando, e dato che non sanno nulla tecnicamente ora riversano le colpe sul Questore!
Il settore competente al rilascio di queste licenze è il settore Commercio dove però c’è un altro amico del Sindaco. Così meglio lavarsi le mani e scaricare tutto sul Questore!