CITTADINO DI ASSAGO MA NON DI MILANO

CITTADINO DI ASSAGO MA NON DI MILANO

Jun 29

 

E’ finita oggi la settimana del Dalai Lama, cominciata lo scorso venerdì con la notizia della retromarcia sulla cittadinanza onoraria. E’ finita con la beffa delle beffe, con il Comune di Assago che concede al Dalai Lama la cittadinanza onoraria, un fatto che a raccontarlo pare uscito da un film di Ezio Greggio, e invece è accaduto sul serio.

Ora, ovviamente, attendiamo con ansia le terribile ritorsioni che il paese del dragone attuerà con il centro alle porte di Milano: vieterà ai cinesi di andare al Forum? Staremo a vedere.

Nel frattempo, è con grande interesse che abbiamo letto la profonda considerazione dell’Assessore alla Cultura Stefano Beluga dopo il discorso al consiglio comunale del Dalai Lama cittadino mancato di Milano.

 

Oltre al palese ossimoro –“un uomo senza retorica – ossigeno alla nostre chiacchiere POLITICHESI”, ossia la peggior retorica possibile, il più scontanto luogo comune di un politico quando finge di criticare sè stesso e la classe che rappresenta – colpisce anche quella frase:

la cittadinanza, non ci sono dubbi, è stata conquistata sul campo.”

No, Beluga, stavolta non è così facile: e la miseria di “mi piace” raccolta rispetto al solito è li a confermartelo.

La cittadinanza era di ben altro avviso: sul Dalai Lama sapeva già tutto e si era già espressa chiaramente. E ha reagito compatta, come mai aveva fatto in questo primo anno arancione, cercando di farvelo capire in tutti i modi.

A volte ascoltarla, invece che cantare e suonarsela da soli, non sarebbe un male.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>