101 COSE DA NON FARE A MILANO

 

1. Fare la fila al Plastic. Non date soddisfazione alla donna-uomo e al sosia di Prince. Dentro il Plastic non c’è assolutamente niente per cui valga la pena perdere la dignità umana.

2. Parcheggiare in Ticinese dopo le 22 di sera. Non contribuite a rendere ancora più pingue la pensione del vigile urbano che vi multerà

3. Passeggiare in Barona con la catenina d’oro della Comunione. Non regalate a qualche zanza l’unico ricordo di vostra nonna.

4. Prendere un treno a Porta Genova sperando che parta in orario o di poter guardare fuori dal finestrino. Non fatelo e basta: è una battaglia persa.

5. Andare al FuoriSalone pensando di bere gratis. Non esistono feste a cui si beve gratis e se esistono voi non sarete invitati e se sarete invitati andate un po‘ affanculo perchè a noi non c’hanno mai invitato.

6. Prendere un taxi di notte. Non è umanamente possibile che per fare 3 vie con la strada sgombra chiedano 14 euro e 60, alla faccia delle promesse elettorali.

7.  Mangiare al Burger King in Duomo. Non è detto che l’epatite sia sempre curabile.

8. Comprare una casa dentro la cerchia dei Bastioni. Non riuscireste a sopravvivere alla bastonata che arriverà dal nuovo Ecopass.

9.  Fare un giro di notte nei giardinetti in Cadorna davanti all‘Old Fashon, lungo la ferrovia delle Nord. Non riuscireste più a dormire né a sedervi per almeno 3 settimane.

10. Nominare  assessore un’affascinante Archistar brizzolata di sinistra ma apprezzata a destra, applaudita dai laici ma vicina al mondo cattolico. Non durereste un’intera legislatura.

 

(continua…)