LA BARONA SI RIBELLA ANCORA

LA BARONA SI RIBELLA ANCORA

Jun 07

Zanza della Barona

 

Oh bella.

Stamattina son tornato a casa tutto fatto e sono andato a ripigliarmi al Barrios. Siccome i fra’ dormivano ancora mi sono messo a leggere il giornale. E raga ve lo dico, mi son preso male di bbrutto.

C’era un articolo dove  intervistavano il tipo giovane, ‘zzo ne so, dovrebbe essere un assessore, so che c’ha una faccia che se lo vedono in quartiere lo scavallano sicuro. Bè, sto assessore  faceva il figo che aveva appena messo 6 panchine nuove in corso Vittorio Emanuele. 

Ma dico vi rendete conto? Attorno alle panchine dove facciamo piazza noi qui nel quartiere c’è di tutto: siringhe, rifiuti, cani che cagano, è una discarica a cielo aperto. Per non parlare di quello che succede intorno: risse, gente che scappa, volanti,gente svarionata che degenera, pacchi su pacchi di barella che arrivano e ripartono. E questi invece che occuparsi di zone come la mia, stanno a fare i fighi sui giornali, a dire come sono belle le nuove panchine di design che hanno messo in centro.

Hanno fatto addirittura un sondaggio ufficiale su facebook, e uno sul sito stesso del Corriere per decidere come farle! E stanno li a menarsela a dire “mmhh è meglio il legno” oppure “no no, meglio la pietra per la continuità estetica lungo l’asse pedonale“! Ma che minchia è la “continuità estetica lungo l’asse pedonale”?!!

In piazza Ovidio due rumeni ciapponano alla gola un signore di 75 anni per scavallarlo e i due infami non li hanno manco presi! Questi sono i problemi della città, di cui bisogna parlare, per cui bisogna spendere tempo e soldi, non per il colore delle panchine della mia minchia!

E io mi incazzo, figa, mi incazzo perché sti qui li ho pure votati, quando continuavano a dire che si sarebbero occupati di periferie! Ma raga io ve lo dico, ve lo sto dicendo adesso: la pazienza ormai è al limite. Poi se sclero pesante non lamentatevi.