UNA LACRIMA SUL VISO

Lady Burlaica

 

Marcello Veneziani, massì dai, quello che è contro la laicità dello stato, contro l’aborto, contro la legge sul testamento biologico, contro il divorzio che secondo lui “ha sfasciato il valore della famiglia” e se proprio lo volete “andatevene in Iran“… contro le coppie di fatto, contro l’eutanasia in ogni caso, contro la pillola del giorno dopo, contro Vasco Rossi perchè è un modello negativo, contro la tv,  contro la RAI (la odia così tanto che è stato membro del CDA per nomina politica, indovinate un po’ di chi) contro il sistema mediatico perchè “è in mano alla sinistra”, contro Charles Darwin e addirittura contro l’evoluzionismo, contro Ratzinger perchè troppo incerto e moderato, contro Veronesi perchè difende l’omosessualità, Marcello Veneziani insomma, quello che ha idee così fresche e attuali da piacere anche a sinistra e infatti nessuno può sognarsi di parlarne male sennò ti dicono “qualunquista!”, proprio lui dai, che collabora pure con Repubblica, che basta mettere su Google il suo nome unito a un qualunque  diritto civile laico per trovare una sua spatafiata in cui ti spiega, con ragionamenti altissimi e filosoficissimi naturalmente, quanto siamo degenerati noi che ci crediamo e quanto quel diritto vada raso al suolo, lo stesso Veneziani che viene presentato come uno “dei più influenti intellettuali dell’era berlusconiana”  poi nega di esserlo però si guarda bene dal cambiare la sua pagina di wikipedia perchè chissà mai quello si offenda, ecco, questo tizio qui, ieri ha scritto in prima pagina su “il Giornale” che la vera differenza, tra Padre Pio e Fidel Castro è che

il sangue sulle mani di Padre Pio era sangue proprio, frutto delle stimmate divine“.

 

Ieri, sul viso della statua di Indro Montanelli ai giardini di Porta Venezia, alcuni dicono di aver visto scendere una lacrima.